Relazione attività 2019/20

Di seguito la relazione del presidente uscente Francesco Ferraboschi, in occasione dell’assemblea dei soci del 27 ottobre scorso, sulle principali attività svolte dall’associazione nel 2019/20.

“Proviamo a fare una rapida carrellata delle principali attività svolte da Tuttinbici in questi mesi. L’anno scorso avevamo avviato la procedura per trasformare Tuttinbici in APS, Associazione di Promozione Sociale e iscriverla nel Registro Regionale delle Associazioni: la procedura è stata accolta nel settembre dell’anno scorso. Questo era stato richiesto dalla Fiab nazionale alle associazioni locali, per adeguarsi alla nuova normativa; e inoltre consente a Tuttinbici di partecipare a bandi pubblici.

Abbiamo quindi potuto partecipare a un bando regionale, per la promozione della ciclabilità, con cui abbiamo realizzato:

1) un manuale rivolto alle scuole per l’attuazione di laboratori per la promozione della mobilità ciclabile ed intermodalità bici-treno; il manuale è ad uso degli insegnanti, ed ha destato molto interesse

2) un depliant contenente il programma dell’anno 2020 delle attività e gite proposte da FIAB Reggio Emilia TUTTINBICI, e comprensivo di testi per la promozione della ciclabilità e intermodalità bici+treno.

Si tratta di attività avviate nel 2019 e completate nel 2020.

Inoltre abbiamo attivato una convenzione con il Comune di Reggio per svolgere attività didattiche e di promozione della ciclabilità nelle scuole, anche se quest’anno le attività sono in buona parte sospese a causa del Covid.

Nel 2019, invece, abbiamo svolto una grande mole di lavoro con laboratori e attività in numerose scuole della provincia, per la promozione della cultura della bicicletta e della mobilità ciclistica tra bambini e ragazzi.

Inoltre numerose uscite (Crostolo, Albinea, Cerezzola, Casa Cervi), tra cui quelle a Guastalla per sperimentare l’intermodalità treno+bici. In queste attività riscuote sempre molto successo la mostra itinerante “Il Tesoro a Pedali” che fa tappa presso varie scuole.

Siamo intervenuti in numerosi istituti con::

  • 236 ore di interventi ed assistenza
  • abbiamo coinvolto 62 classi
  • abbiamo coinvolto 1383 ragazzi

Una mole di lavoro davvero importante, svolta da Gianfranco, Mara, Ivano e altri volontari, con l’obiettivo di far innamorare della bicicletta i nostri ragazzi.

In settembre è stato pubblicato l‘Almanacco dei ciclisti Illuminati”:è stato scritto dalla professoressa Ivanna Rossi e da Gianfranco, raccoglie testimonianze amarcord di grandi scrittori del nostro territorio, itinerari in bicicletta per conoscere Reggio e dintorni, aneddoti per ciclisti reggiani, un pò di storia della bicicletta a Reggio ed anche di Tuttinbici. Sono state fatte alcune presentazioni pubbliche, anche se meno numerose di quanto preventivato inizialmente a causa del Covid. Il ricavato è interamente devoluto a favore di Tuttinbici, gli autori non hanno percepito nulla per questo lavoro.

Nel settembre 2019 si è svolto il RE-BIKE FEST ,ideato e promosso da Paolo Z.,presso l’agriturismo La Razza di Canali. Sono state 2 giornate dedicate alla bicicletta con alcuni stand di rivenditori di biciclette ed accessori; una gimcana non competitiva per i bambini e la biciclettata ormai tradizionale di Agricycle, in collaborazione con l’agriturismo La Razza.

Da settembre abbiamo poi partecipato ad alcuni incontri propedeutici alla progettazione e realizzazione del cosiddetto BiciLab, uno spazio ricreativo, educativo, formativo e di servizi per la bicicletta, che sorgerà nell’area della Polveriera.

In ottobre 2019 si è svolta la FESTA POPOLARE ALLA BARACCHINA DI PIERO.

L’ANPI Sezione di San Pellegrino e Tuttinbici hanno ripulito e ritinteggiato la “baracchina” in legno di piazza Lepanto a Reggio Emilia, per oltre quarant’anni officina di Piero Canovi, già operaio delle Reggiane, antifascista combattente partigiano. Qui Canovi ha svolto il mestiere di meccanico-ciclista. Con questa azione Anpi e Tuttinbici, hanno sollecitato il Comune al recupero della struttura con funzione di ritrovo sociale aperto a tutte le iniziative del volontariato e come presidio di promozione della “cultura della bicicletta”. In ottobre si sono svolte 2 giornate dedicate appunto al ricordo di Piero Canovi.

Tra novembre e febbraio 2019 abbiamo svolto alcune iniziative per sensibilizzare i ciclisti all’uso dei dispositivi luminosi:

In novembre abbiamo fatto il tradizionale MONITORAGGIO delle luci;

E in febbraio abbiamo dato seguito a questa iniziativa: abbiamo organizzato una serata pubblica con la dott.ssa Manuela Bellelli, su “Visibilità e sicurezza in bicicletta”, che ha condotto uno studio sull’utilizzo dei materiali retroriflettenti per la prevenzione degli incidenti che coinvolgono le biciclette.

L’iniziativa poi è proseguita presso i riparatori di biciclette ai quali è stata consegnata una locandina con lo slogan “Fai vedere la tua bici!”; sono trascorsi otto mesi, e alcuni hanno ancora la bellissima locandina, realizzata dal nostro Paolo N., affissa all’ingresso del negozio. Inoltre è stato chiesto loro di sensibilizzare i clienti a mettere in regola con i dispositivi luminosi il proprio mezzo.

Con queste iniziative abbiamo ottenuto spazio sui giornali, con una serie di articoli e lettere su questo tema, che hanno anche sollecitato l’intervento di alcuni lettori.

Tra gennaio e aprile il CREDEM ha ospitato una mostra di alcune biciclette della Collezione Cimurri: Tuttinbici ha collaborato per quanto riguarda le installazioni.

Il 17 febbraio abbiamo fatto la PRESENTAZIONE del CALENDARIO GITE e attività 2019:

Alla SERATA di PRESENTAZIONE del CICLOVIAGGIO “IN BICI NELLE TERRE MUTATE”, tenuta dai giovani e simpaticissimi cicloturisti Dario Rossi e Giovanni Cocconcelli hanno partecipato davvero tanti giovani: la presentazione del cicloviaggio è stata brillantissima e coinvolgente ed è stato apprezzato anche il senso di solidarietà verso le popolazioni terremotate che ha mosso i 2 giovani in questo viaggio: ci hanno raccontato gli incontri emozionanti con la popolazione locale e il messaggio che ci hanno trasmesso è che la bicicletta non è solo un mezzo ludico, ma può trasformarsi in uno strumento per creare relazioni e iniziative di solidarietà con chi è più in difficoltà. Purtroppo dopo pochi giorni è scattato il lockdown che ha interrotto questi contatti che vorremmo riprendere, anche con i giovani universitari. Ad esempio. vorremmo organizzare qualche biciclettata partendo proprio dall’università, per far conoscere Reggio e dintorni agli studenti fuori sede. Al momento la nuova emergenza sanitaria di fatto blocca queste iniziative: proveremo a proporle quando sarà possibile.

A marzo putroppo è iniziato il drammatico periodo di lockdown, il sistema sanitario è andato sotto pressione e tante persone hanno vissuto grandi difficoltà, anche economiche: come Tuttinbici abbiamo fatto la nostra parte sostenendo con un contributo la Caritas e l’Auser locali, che erano in prima linea per aiutare le persone in difficoltà.

DURANTE IL LOCKDOWN (marzo – aprile) la FIAB nazionale è stata molto attiva a livello istituzionale ed ha avanzato proposte, insieme ad altre associazioni del settore, per promuovere l’uso della bicicletta in vista della cosiddetta Fase 2. Un pò in tutto il mondo, infatti, da New York, a Bogotà, da Berlino a Parigi, si è cercato di incentivare la mobilità ciclistica, anche con soluzioni nuove, perchè si è capito che alla riapertura delle attività il trasporto pubblico sarebbe andato in sofferenza a causa della gestione del distanziamento per il Covid e la bicicletta quindi è stata riconosciuta anche dagli esperti come il mezzo ideale nella Fase 2. Questa ondata di attenzione verso la ciclabilità è arrivata anche in Italia. E l’intensissima attività svolta a livello nazionale da FIAB e da altre associazioni ha dato poi i suoi frutti perchè ha portato alle recenti innovazioni normative relative alla ciclabilità, che erano attese da anni, di cui alcune già diffuse da tempo all’estero, tra cui le corsie ciclabili, la casa avanzata, la strada urbana ciclabile. Stiamo quindi vivendo davvero un periodo di grande fermento sul tema della ciclabilità.

E anche noi come Tuttinbici ci siamo attivati subito su questo fronte, possiamo dire con un pizzico di orgoglio di essere stati i primi a Reggio a sollevare la questione della mobilità nella fase 2 e ad aprire il dibattito pubblico su questo tema. A inizio aprile infatti abbiamo inviato all’assessora alla Mobilità Bonvicini una serie di proposte relative alla promozione della ciclabilità nella FASE 2. Le proposte hanno avuto spazio su Carlino e Gazzetta, con il riscontro immediato dell’assessora. Successivamente, abbiamo poi inviato ulteriori nostre considerazioni e proposte più dettagliate in merito alla ciclabilità per la Fase 2.

Da alcune settimane incominciamo a vedere anche a Reggio diversi interventi in questo senso e la scorsa settimana abbiamo incontrato l’assessora Bonvicini e il dirigente Paolo Gandolfi che ci hanno illustrato le iniziative in corso e quelle pianificate. In estrema sintesi: manutenzione della rete ciclabile che continuerà negli anni prossimi; 2 tranches di lavori, di cui il primo è sui tratti più frequentati e utilizzati; attuazione di alcune novità normative: strada urbana ciclabile Ebis, case avanzate, corsie ciclabili; le nuove rastrelliere (800 posti bici); campagna di comunicazione per spiegare le novità normative ed altro ancora. Stiamo pensando di organizzare una serata ad hoc di approfondimento su le novità tecniche e le loro applicazioni.

RICHIESTE DI MANUTENZIONE

Fin dal primo incontro con l’assessora alla Mobilità, nell’agosto 2019, abbiamo sollevato la questione della necessità di una urgente manutenzione alla rete ciclopedonale.

La richiesta l’abbiamo ribadita più volte e l’assessora prima, ed ora il dirigente Gandolfi, con nostra grande soddisfazione, hanno confermato un piano di manutenzione della rete ciclopedonale che diventerà annuale, e non soltanto intesa come intervento spot.

Inoltre, prima dell’estate abbiamo raccolto dai soci delle segnalazioni di criticità sulla rete ciclopedonale, e le abbiamo inviate in Comune.

Alcune di queste situazioni hanno ricevuto una risoluzione.

  • il sottopassaggio ciclopedonale di via F.lli Manfredi, che da tanti anni era percorribile con grande difficoltà, perchè il fondo era molto irregolare, e causava fortissime vibrazioni durante l’attraversamento, è stato asfaltato, migliorando la percorribilità.
  • E’ stata fatta manutenzione del verde in via Ferravilla e via F.lli manfredi
  • i dehors in via Panciroli, che bloccavano il passaggio ai ciclisti: a seguito di nostra segnalazione è stato liberato il passaggio.

Inoltre, stiamo seguendo alcune situazioni di criticità.

CAMPAGNA BIKE-TO-WORK DI FIAB:

Fiab nazionale ha realizzato una bella campagna per promuovere il bike-to-work, con un decalogo di azioni che ogni azienda può intraprendere per promuovere gli spostamento casa-lavoro. Anche noi abbiamo promosso con forza questa campagna sui social e siamo quindi stati invitati a un incontro dai responsabili di due importanti aziende della città, per fornire indicazioni e suggerimenti al riguardo, dato che stanno valutando iniziative e interventi in questo senso, rivolte ai propri dipendenti.

TUTTINPO! (giugno 2020)

A giugno è stato avviato un progetto molto importante: Mauro C. ha lanciato la proposta di una mappatura di percorsi nella cintura di Reggio e in Provincia, a seguito di richieste di suoi clienti che chiedevano indicazioni su percorsi, soprattutto per ciclisti neofiti o alla ricerca di itinerari per scoprire il nostro territorio. La proposta ha destato subito grande entusiasmo tra i soci e sono seguiti alcuni incontri molto partecipati. Si è discusso insieme come portare avanti l’idea, e sono stati individuati alcuni itinerari. Si è deciso quindi di selezionare una serie di percorsi da offrire agli amanti della bicicletta.

Il prototipo di questo progetto è stato il percorso del Crostolo. Il percorso Reggio – Guastalla lungo il Crostolo è stato tracciato con GPS e sono stati apposti adesivi e cartelli lungo il percorso, dato che in diversi punti i ciclisti rischiavano di perdersi. Il 23 giugno scorso abbiamo poi organizzato “TUTTINPO!”: una biciclettata molto partecipata in cui abbiamo apposto gli ultimi adesivi e percorso tutto l’itinerario.

Su questa iniziativa sta lavorando un gruppo composto da Omar, che sta facendo un lavoro di grande competenza e professionalità sulla cartografia, e da Claudio, Mauro, Riccardo e Gianfranco, sugli altri aspetti tecnici, e si prevede di inserire sul sito di Tuttinbici:

a) una parte generale con:

  • una descrizione del progetto, le finalità, e gli itinerari scelti
  • una carta dei percorsi scelti, che si arricchirà man mano di nuovi percorsi tabellati, con le relative descrizioni;
  • note e legende con suggerimenti per percorrere gli itinerari

b) una parte sarà dedicata al percorso del Crostolo e man mano ai percorsi che si aggiungeranno:

  • descrizione del percorso con scheda tecnica
  • un file con la tabella di marcia del percorso;
  • una mappa (su openstreetmap)

Al momento sono stati individuati altri due percorsi, su cui effettuare un lavoro analogo: Reggio-Campogalliano e la cintura verde ciclabile di Reggio.

Si tratta di un progetto molto importante e coinvolgente sia per i soci di Tuttinbici che aperto a tutta la comunità di ciclisti reggiani e al nostro territorio, senza escludere un futuro coinvolgimento delle istituzioni, e che potrà proseguire con la mappatura e con apposizione di indicazioni su un numero indefinito di percorsi.

Un’altra iniziativa proprio delle settimane scorse: con la scuola Filippo Re e la scuola Fontanesi sono state fatte alcune uscite con gli alunni. Omar, con Gianfranco e Ivano ha prodotto una piccola scheda che descrive il percorso “Anello di Roncocesi”. Questa scheda potrà poi essere spedita alla scuola e pubblicata sul sito. Ora Omar sta producendo i dati che permettono, con lo stesso schema, di allestire la scheda relativa al percorso Scuola-Villa d’Este sempre per la Fontanesi.

RILANCIAMO IL BICIBUS: ARTICOLO AGOSTO 2020:

In agosto è stato pubblicato sul Carlino un mio intervento, a seguito di richiesta da parte del quotidiano di un commento su la mobilità scolastica nella Fase 2. Oltre a sollecitare la realizzazione delle annunciate corsie ciclabili e della manutenzione delle ciclopedonali, abbiamo sollecitato un rilancio del Bicibus negli istituti scolastici della città. Attualmente in Comune stanno valutando nuove modalità per rilanciare il Bicibus: dato che uno dei problemi principali è rappresentato dalla scarsità di volontari, stanno valutando di affidare l’attività a una rete di associazioni o soggetti che si facciano carico del servizio.

CAMPAGNA AMICA:

A settembre abbiamo avviato una collaborazione con CAMPAGNA AMICA, che ha realizzato una app, “Agribici”, per promuovere percorsi in bicicletta tra agriturismi e fattorie nel nostro territorio. L’idea è di organizzare alcune biciclettate, promuovendole in collaborazione con Campagna Amica. Intanto, durante la ns campagna tesseramento con i gazebo in piazza Fontanesi, a chi farà la tessera verrà regalata una confezione di “mele antiche”. Questa collaborazione è stata molto pubblicizzata da Campagna Amica anche sui media e sarà importante renderla pienamente operativa appena terminerà questa seconda ondata di Covid.

A questo link il bel servizio di Reggionline su questa collaborazione:

https://www.reggionline.com/scoprire-le-colline-reggiane-insieme-campagna-amica-tuttinbici/

Tra le attività che a causa del Covid sono purtroppo saltate, c’è un bellissimo progetto che aveva proposto la ns socia Daniela, che è insegnante all’Istituto Nobili, parliamo quindi del Polo di Via Makkallé. Il progetto prevedeva, tra le altre cose, di far realizzare agli studenti una mappatura (cartacea/ informatica/ su app) di percorsi ciclabili sicuri dal quartiere di partenza degli studenti all’istituto scolastico e prevedeva la creazione della figura dello studente-TUTOR, in modo analogo a quanto fatto dal FAI, per le giornate FAI d’autunno, e con lo scopo di avvicinare i ragazzi ai ns temi ed all’associazione. Il progetto è stato molto apprezzato, ma al momento ogni iniziativa di questo tipo è sospesa, speriamo quindi di poterla riproporre il prossimo anno.

Riguardo all’organizzazione delle ns attività:

Si e’ formato un gruppo cicloturismo (Mauro/Rita/Marisa) e comunicazione (Cristina e Hanna), informatico (Paolo N.) , si sono aggiunte nuove competenze (Omar).

Senza voler fare retorica, concludo sottolineando che in tutte queste attività che abbiamo visto, ognuno ci ha messo un pò del proprio tempo, del proprio impegno, della propria passione e delle proprie competenze. Si è creato un bell’affiatamento, con tanta voglia di fare insieme delle cose, che è una risorsa importantissima da preservare e portare avanti. E ognuno può dare il proprio contributo per cercare di migliorare la città in cui viviamo,

Related articles

No alle moto sulle bike lane

Bike lane sì, motor bike lane NO: aumentare uso della bicicletta, non mortalità sulle strade La levata di scudi delle associazioni, le corsie restino dedicate ai ciclisti 30 aprile 2020 È pericolosa e mortale per la mobilità ciclistica la proposta annunciata ieri dalla Ministra De Micheli di “introdurre nel Codice della Strada la definizione di bike lane, […]

Facciamoci gli auguri!

Lunedì 16 dicembre, alle ore 21, ci troviamo al circolo Orologio per parlare del calendario gite 2020, commentare e fare proposte in merito al PUMS e organizzare le prossime attività per il tesseramento del nuovo anno. Tutti i soci sono invitati: sarà possibile rinnovare la propria iscrizione a Tuttinbici e al termine dell’incontro ne approfitteremo […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.