Monitoraggio biciclette 2019

Come ogni anno all’interno della settimana europea della mobilità sostenibile #SEM2019, abbiamo effettuato il monitoraggio dei ciclisti in ingresso al centro storico sui soliti 12 varchi. Le modalità sono sempre le stesse dal 2011.

Sono dati abbastanza precisi, ma la loro utilità risente soprattutto delle condizioni meteo o di altri fattori contingenti estranei alla rilevazione.

Quest’anno era una mattina piuttosto fresca e nonostante non minacciasse pioggia era piovuto nei giorni precedenti.
Di fatto il numero di ciclisti rilevati è in calo rispetto al 2018 e si conferma la tendenza già registrata negli anni passati.

Come interpretiamo questo dato?
La causa principale riteniamo sia la scarsa manutenzione ed attrattività delle “ciclabili” di Reggio Emilia.
La seconda causa è il sempre grave problema del furto delle biciclette.
Ci auguriamo quindi che i promessi interventi sulle ciclabili e la costruzione di superciclabili rientrino fra le priorità urgenti del Comune e che le altrettanto promesse rastrelliere sicure sostituiscano le brutte, insicure e malridotte rastrelliere in ghisa inbullonata.

Related articles

La Baracchina di Piero

L’ANPI Sezione di San Pellegrino e l’Associazione Fiab Tuttinbici hanno ripulito e ritinteggiato la “baracchina” in legno di piazza Lepanto a Reggio Emilia, per oltre quarant’anni officina di Piero Canovi, già operaio delle Reggiane, antifascista combattente partigiano (fece parte del Commando dei Gufi Neri nel combattimento di Botteghe d’Albinea). Qui Canovi ha svolto il mestiere […]

BICICLETTE AL SICURO

Quando lasciamo “un attimo” la bici in cortile, o per entrare in un negozio, o la parcheggiamo a scuola o in un parco, ci coglie spesso il timore di non ritrovarla al nostro ritorno. E’ vero, purtroppo, che la criminalità ha a disposizione mezzi e strategie a volte difficilmente contrastabili, ma il nostro comportamento è […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.