Le piste ciclabili

Abbiamo visto nel precedente articolo quali sono i cartelli che indicano i diversi tipi di percorsi dedicati in parte o totalmente alle biciclette.
Vediamo ora cosa dice il codice della strada.

L’art. 3 del CdS definisce la pista ciclabile come la parte longitudinale della strada, opportunamente delimitata, riservata alla circolazione dei velocipedi e contrassegnata dai cartelli che abbiamo visto.

La pista ciclopedonale è definita sempre all’art. 3 del CdS come la parte longitudinale della strada, opportunamente delimitata, riservata alla circolazione promiscua dei velocipedi e dei pedoni, ed è contrassegnata da opportuna segnaletica verticale ed orizzontale.

In base all’art 182 del CdS i velocipedi devono transitare sulle piste a loro riservate, quando esistono, e con le modalità stabilite nel DPR 49581992 all’art. 377. Pertanto in presenza di una pista ciclopedonale , non essendo riservata esclusivamente ai velocipedi, tale obbligo non sussiste.

La non obbligatorietà di percorrenza della ciclopedonale è confermato da “Il manuale delle piste ciclabili e della ciclabilità” di Sergio Deromedis, Ediciclo 2019 e dal chiarimento del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti in risposta a quesito dell’Ing. Enrico Chiarini.

Related articles

Donazione emergenza Coronavirus

Il Consiglio Direttivo della nostra Associazione ha deciso di devolvere 500 € all’AUSER di Reggio e 500 euro alla Caritas reggiana per sostenere il loro impegno a favore della popolazione maggiormente colpita dall’emergenza Coronavirus. Il denaro proviene dal fondo cassa, frutto dei  tesseramenti e di alcune iniziative associative, per cui è come se ognuno dei […]

Le attività della EUROPEAN MOBILITY WEEK a Trelleborg ispirano una famiglia a passare dall’auto alla bici cargo

Durante l’edizione di quest’anno della EUROPEANMOBILITYWEEK, il Comune di Trelleborg (Svezia) ha lanciato un progetto innovativo in cui ha offerto ai residenti locali l’opportunità di testare una bicicletta cargo elettrica per un massimo di 11 giorni, nella speranza che ciò li incoraggiasse a fare il salto dall’auto alla bicicletta cargo. Sentiamo Christoffer Pettersson-Hernestig del dipartimento […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.