La bici batte l’auto! Scoprilo con Google Maps

Dal 10 dicembre scorso Google Maps ha attivato l’opzione “in bici”! Anche i ciclisti italiani hanno quindi ora a disposizione questo strumento, sia sulla app del cellulare che sul pc, per pianificare i propri spostamenti in bicicletta. L’opzione ora è disponibile in quasi 30 Paesi in tutto il mondo e da febbraio le richieste di indicazioni stradali in bicicletta su Google Maps sono aumentate del 69%!

Quasta novità è un’occasione per scoprire che la bicicletta, per i percorsi urbani sotto i 5 km, è un mezzo assolutamente competitivo rispetto all’auto: il tempo di percorrenza in auto, peraltro, è variabile a seconda del traffico (neglio orari di punta aumenta sensibilmente); va inoltre aggiunto il tempo necessario per la ricerca del parcheggio. Il tempo di percorrenza in bici, invece, è sempre lo stesso, non soggetto a queste variabili (traffico, ingorghi…).

La bici quindi non soltanto è spesso più veloce, in città, ma fa anche risparmiare soldi, e migliora il benessere e la salute del ciclista.

Proviamo ad esempio a impostare il percorso casa-lavoro e facciamo anche due conti sui costi annui e sui benefici per la nostra salute, oltre naturalmente a considerare il nostro contributo alla riduzione del traffico e dello smog.

Tutto questo Tuttinbici lo ricorda da sempre: nell’ormai lontano 1987 avevamo organizzato in città una memorabile “sfida” tra auto e bici, pubblicata anche sui giornali locali: indovinate chi fu il vincitore?

Related articles

PEDALI UNITI D’ITALIA

Campagna #PEDALIUNITIDITALIAQuest’estate pedaliamo in Italia Buongiorno a tutti . Speriamo di trovarvi bene, nonostante il periodo così difficile per il nostro Paese.In queste settimane FIAB si è interrogata su quale contributo potessimo dare per aiutare chi si trova in difficoltà a causa degli interventi anti-coronavirus. La risposta è stata lanciare la campagna “PEDALI UNITI D’ITALIA – Pedaliamo in […]

Coronavirus ed inquinamento.

Tutti ci siamo accorti che l’inquinamento è calato immediatamente con le limitazioni ai movimenti dettate dalle ordinanze del governo per limitare la diffusione del Coronavirus.Qui sotto alcuni dati, ma non voglio soffermarmi sui numeri anche perché tantissime possono essere le obiezioni. C’è stato vento, è piovuto, ma sia dalle centraline Arpae che da quelle della […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *