Menu

Monitoraggio ciclisti #SEM2018

Qui trovate i dati del monitoraggio dei ciclisti in transito su 12 punti di accesso al centro storico di Reggio Emilia, effettuati venerdì 21 settembre dalle 7.30 alle 11.30 ed il confronto con i dati degli anni precedenti.

Diciamo che i numeri risentono molto delle condizioni climatiche, quindi è difficile pensare ad un confronto omogeneo. Fondamentalmente si può parlare di stabilità del traffico ciclistico. 
Sicuramente questi 7000 cittadini sarebbero da premiare soprattutto se confrontati con quelli che continuano ad inquinare l’aria della nostra città. Utilizzare l’auto per spostamenti fino a 5 km è veramente assurdo e dovrebbe essere consentito solo a chi non può fare diversamente!

Articoli correlati

Piste e corsie ciclabili

Anche a Reggio cominciamo a vedere sulle nostre strade alcune novità, rese possibili dalle recenti modifiche normative. Proviamo quindi a fornire qualche chiarimento in merito alle “corsie ciclabili”, ai sensi della nuova formulazione dell’Art. 3 punto 12 bis del Codice della Strada. Nel caso delle corsie ciclabili ricordiamo che: le corsie ciclabili sono evidenziate da […]

sottopasso ciclabile rotonda via gorizia

Sottopassi ciclabili della rotonda di via Gorizia

Alla rotonda su via Gorizia ci sono due sottopassi ciclabili che la aggirano: uno che conduce al Centro Sociale Orologio e l’altro che porta al quartiere di fronte. Dai residenti e dallo stesso presidente del Centro Sociale giungono notizie di numerosi incidenti/scontri per ora ancora non gravi tra ciclisti in corrispondenza delle curve ‘buie’ . […]

1 commento

  1. Occorre una mappa della rete ciclabile, assegnare un numero o un nome in modo da poter segnalare la presenza sulla scorta di Mantova. occorre capire che la maggioranza dei ragazzi e degli abitanti non sono nati in questa città;Proprio perché la gran parte delle ciclovie sono sui marciapiedi andrebbe rispettata rigidamente la destra, in particolare sul ponte del Crostolo che porta al parco delle caprette. Laddove è possibile separare il traffico pedonale da quello ciclabile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *