Intermodalità: ovvero come andare dappertutto (o quasi) con la tua bici

Per ridurre l’inquinamento e muoversi rapidamente in modo sano ed economico la bicicletta non ha rivali.

Questo vale anche per gli spostamenti tra città diverse, utilizzando treni e bus che, sempre più spesso, consentono di portare il proprio mezzo con sé a condizioni molto convenienti.

FIAB sta lavorando molto per migliorare e rendere più conveniente l’utilizzo della bicicletta in combinazione con i mezzi pubblici, ad esempio stipulando accordi con le imprese ferroviarie per concedere sconti ai soci che viaggiano in gruppo ( http://www.fiab-onlus.it/bici/notizie/treno-bici-notizie/item/1968-promozioni-tesserati-fiab.html ).

Riepiloghiamo di seguito le principali info su treno+ bici e bus+bici; per maggiori dettagli vi rimandiamo all’articolo “Bici+Treno in Emilia Romagna: la guida”.

TRENO

  • bici montata: si può caricare sulle apposite carrozze in testa o coda treno sui treni regionali o interregionali abilitati; il biglietto costa 3,50 euro e vale 24 ore. E’ possibile richiedere anche un abbonamento annuale, che costa 60 euro;
  • bici smontata: viaggia gratis su tutti i treni, comprese le Frecce, se contenuta in una sacca di dimensioni 80x110x40 cm;

BUS ( https://www.setaweb.it/re/Bici-a-bordo )

  • bici montata: viaggia gratuitamente, una per passeggero, nelle bauliere dei mezzi extraurbani, ove disponibili;
  • bici pighevole: viaggia gratuitamente su tutti i bus Seta (le dimensioni sono sempre le stesse viste sopra).

Related articles

Facciamoci gli auguri!

Lunedì 16 dicembre, alle ore 21, ci troviamo al circolo Orologio per parlare del calendario gite 2020, commentare e fare proposte in merito al PUMS e organizzare le prossime attività per il tesseramento del nuovo anno. Tutti i soci sono invitati: sarà possibile rinnovare la propria iscrizione a Tuttinbici e al termine dell’incontro ne approfitteremo […]

RISULTATI DEL MONITORAGGIO LUCI

Anche quest’anno i volontari di FIAB-Tuttinbici hanno realizzato la campagna informativa “Il ciclista illuminato”: l’obiettivo era di sensibilizzare i ciclisti all’uso delle luci. In quattro serate (fine novembre e inizio dicembre), i volontari hanno effettuato amichevoli “posti di blocco” per monitorare la percentuale delle bici provviste di illuminazione e di quelle senza e hanno distribuito […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.