15.2 – Strada Ducale del Cerreto e Lunigiana

2a tappa: Castelnovo ne’ Monti – Passo del Cerreto

Descrizione

Questo tratto percorre quasi sempre la SS 63, a parte le deviazioni per entrare nei centri abitati principali. Dopo Castelnuovo ci aspetta una bella salita fino a Cervarezza, nota per le Terme e il Parco Avventura di Cerwood. Quindi con un po’ di saliscendi si incontrano Busana, dove bisogna farsi accompagnare a Ca’ Manari al sentiero dell’Arte e le installazioni fotografiche dell’ Associazione SUTTALVENTASS. Nismozza, per dissetarsi alla Fonte dell’Amore. Acquabona, piccola frazione formata da vecchie case addossate l’una all’altra. Collagna, centro abitato da almeno 900 anni. Volendo si devia per Cerreto Alpi. Quindi si sale fino al Passo del Cerreto. Chi ama le passeggiate in montagna ed è dotato da scarponcini adeguati può spingersi , a piedi, a visitare le sorgenti del Secchia, splendido anfiteatro glaciale da cui scaturiscono una serie di rivoli che unendosi formano il fiume Secchia.

Scheda tecnica:

Difficoltà: Alta
Distanza: km 33
Dislivello: 1000 m circa in salita
Durata: 3h circa (escluse le soste viaggiando piano )
Caratteristiche: praticabile tutto l’anno.
Sosta “picnic”: bar e trattorie lungo la strada

Download

Scarica libretto e road-map in pdf
Scarica il file gpx Castelnovo ne’ Monti – Passo del Cerreto

Fotogallery

Related articles

3 – Itinerario Anello di Reggio (GiraxRE)

Descrizione Itinerario di circa 54 km che “abbraccia” la Città. Si tratta di un percorso ciclabile ad anello che ha l’obiettivo di collegare i Parchi e le aree della Cintura Verde con il centro abitato e alcune frazioni del forese. Le aree attraversate, i tre Parchi Fluviali (Crostolo, Rodano e Modolena) con le loro diverse […]

15.3 – Strada Ducale del Cerreto e Lunigiana

3a tappa: Passo del Cerreto – Aulla Descrizione Dal Cerreto ad Aulla ci aspettano 1200 m di dislivello in discesa, ma non per questo bisogna saltare i luoghi di interesse turistico. Sassalbo: borgo poco fuori dalla SS63, nell’ampia vallata del t. Rosaro, sotto i bianchi gessi che ne danno il nome, presenta le tipiche e […]