Paolo Zaccheo – FIAB Reggio Emilia Tuttinbici https://www.tuttinbici.org La bicicletta funziona! Sun, 30 Aug 2020 09:14:21 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=5.5.1 https://www.tuttinbici.org/wp-content/uploads/2018/08/cropped-logo-tuttinbici-32x32.png Paolo Zaccheo – FIAB Reggio Emilia Tuttinbici https://www.tuttinbici.org 32 32 Coronavirus ed inquinamento. https://www.tuttinbici.org/coronavirus-ed-inquinamento/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=coronavirus-ed-inquinamento https://www.tuttinbici.org/coronavirus-ed-inquinamento/#respond Thu, 12 Mar 2020 23:01:01 +0000 https://www.tuttinbici.org/?p=2540 Tutti ci siamo accorti che l’inquinamento è calato immediatamente con le limitazioni ai movimenti dettate dalle ordinanze del governo per limitare la diffusione del Coronavirus.Qui sotto alcuni dati, ma non voglio soffermarmi sui numeri anche perché tantissime possono essere le obiezioni. C’è stato vento, è piovuto, ma sia dalle centraline Arpae che da quelle della […]

L'articolo Coronavirus ed inquinamento. proviene da FIAB Reggio Emilia Tuttinbici.

]]>
Tutti ci siamo accorti che l’inquinamento è calato immediatamente con le limitazioni ai movimenti dettate dalle ordinanze del governo per limitare la diffusione del Coronavirus.
Qui sotto alcuni dati, ma non voglio soffermarmi sui numeri anche perché tantissime possono essere le obiezioni. C’è stato vento, è piovuto, ma sia dalle centraline Arpae che da quelle della rete centralinedalbasso l’andamento delle PM10 non è stato mai così basso come dall’introduzione delle limitazioni del 23 febbraio.

Cercando di semplificare la crisi Covid-19 ci ricorda che clima, salute e azioni dell’uomo sono collegati. Dobbiamo rispettare la biodiversità, smetterla di spremere la terra delle sue risorse, tornare ad un’alimentazione sana. La sovrappopolazione e la crescente frequenza e rapidità dei nostri spostamenti sono fattori di rischio per lo scatenarsi di un’epidemia.

L’impatto del clima sulla salute è aggravato anche dalle minacce alla sicurezza alimentare (per siccità e minor resa delle colture), e dai pericoli derivanti da eventi meteorologici estremi (come le alluvioni), incendi, inquinamento atmosferico e ondate di calore. Notiamo anche che le attività antropiche che causano le emissioni possono esse stesse causare danni diretti alla nostra salute. Dai decessi prematuri per l’inquinamento atmosferico, all’aumentato rischio cardiovascolare e di morte prematura per consumo di carne rossa, salumi e insaccati.

Se vogliamo sconfiggere la paura delle epidemie, allora facciamo attività fisica, mangiamo sano, ricicliamo i nostri abiti, non usiamo l’auto, e chiediamo ai nostri politici di iniziare a parlare seriamente di mitigazione e adattamento. E laviamoci le mani.

L'articolo Coronavirus ed inquinamento. proviene da FIAB Reggio Emilia Tuttinbici.

]]>
https://www.tuttinbici.org/coronavirus-ed-inquinamento/feed/ 0
Le piste ciclabili https://www.tuttinbici.org/le-piste-ciclabili/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=le-piste-ciclabili https://www.tuttinbici.org/le-piste-ciclabili/#respond Tue, 25 Feb 2020 10:19:33 +0000 https://www.tuttinbici.org/?p=2448 Abbiamo visto nel precedente articolo quali sono i cartelli che indicano i diversi tipi di percorsi dedicati in parte o totalmente alle biciclette.Vediamo ora cosa dice il codice della strada. L’art. 3 del CdS definisce la pista ciclabile come la parte longitudinale della strada, opportunamente delimitata, riservata alla circolazione dei velocipedi e contrassegnata dai cartelli […]

L'articolo Le piste ciclabili proviene da FIAB Reggio Emilia Tuttinbici.

]]>
Abbiamo visto nel precedente articolo quali sono i cartelli che indicano i diversi tipi di percorsi dedicati in parte o totalmente alle biciclette.
Vediamo ora cosa dice il codice della strada.

L’art. 3 del CdS definisce la pista ciclabile come la parte longitudinale della strada, opportunamente delimitata, riservata alla circolazione dei velocipedi e contrassegnata dai cartelli che abbiamo visto.

La pista ciclopedonale è definita sempre all’art. 3 del CdS come la parte longitudinale della strada, opportunamente delimitata, riservata alla circolazione promiscua dei velocipedi e dei pedoni, ed è contrassegnata da opportuna segnaletica verticale ed orizzontale.

In base all’art 182 del CdS i velocipedi devono transitare sulle piste a loro riservate, quando esistono, e con le modalità stabilite nel DPR 49581992 all’art. 377. Pertanto in presenza di una pista ciclopedonale , non essendo riservata esclusivamente ai velocipedi, tale obbligo non sussiste.

La non obbligatorietà di percorrenza della ciclopedonale è confermato da “Il manuale delle piste ciclabili e della ciclabilità” di Sergio Deromedis, Ediciclo 2019 e dal chiarimento del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti in risposta a quesito dell’Ing. Enrico Chiarini.

L'articolo Le piste ciclabili proviene da FIAB Reggio Emilia Tuttinbici.

]]>
https://www.tuttinbici.org/le-piste-ciclabili/feed/ 0
Parliamo di segnaletica https://www.tuttinbici.org/parliamo-di-segnaletica/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=parliamo-di-segnaletica https://www.tuttinbici.org/parliamo-di-segnaletica/#respond Tue, 11 Feb 2020 23:20:35 +0000 https://www.tuttinbici.org/?p=2391 C’è veramente molta confusione su leggi e regolamenti che disciplinano la circolazione dei veicoli e delle biciclette in particolare. Un passo alla volta cerchiamo di chiarirci le idee.Prima puntata, la pista ciclabile e ciclopedonale. Iniziamo dalla segnaletica verticale; è regolamentata dal DPR 495/1992 che è un regolamento di attuazione del Codice della strada. All’art. 122, […]

L'articolo Parliamo di segnaletica proviene da FIAB Reggio Emilia Tuttinbici.

]]>
C’è veramente molta confusione su leggi e regolamenti che disciplinano la circolazione dei veicoli e delle biciclette in particolare.

Un passo alla volta cerchiamo di chiarirci le idee.
Prima puntata, la pista ciclabile e ciclopedonale. Iniziamo dalla segnaletica verticale; è regolamentata dal DPR 495/1992 che è un regolamento di attuazione del Codice della strada.
All’art. 122, comma 9 dice:

  9. I segnali di CIRCOLAZIONE RISERVATA A DETERMINATE  CATEGORIE  DI
UTENTI il cui simbolo e' in essi contenuto indicano che la  strada  o
parte di essa e' riservata alla sola  categoria  di  utenti  prevista
mentre e' vietata alle altre. Tali segnali sono:
   a) il segnale PERCORSO PEDONALE (fig. II.88) che deve essere posto
all'inizio di un viale, di un itinerario o di un  percorso  riservato
ai soli pedoni (area pedonale urbana); 
fig. II.88
   b) il segnale PISTA CICLABILE (fig. II.90) che deve  essere  posto
all'inizio di una pista, di una corsia o di un  itinerario  riservato
alla circolazione delle biciclette. Deve essere  ripetuto  dopo  ogni
interruzione o dopo le intersezioni;
fig. II.90
   c) il  segnale  PISTA  CICLABILE  CONTIGUA  AL  MARCIAPIEDE  (fig.
II.92/a) e PERCORSO PEDONALE E  CICLABILE  (fig.  II.92/b)  che  deve
essere posto all'inizio di un percorso riservato  ai  pedoni  e  alla
circolazione delle  biciclette  e  deve  essere  ripetuto  dopo  ogni
interruzione o dopo le intersezioni;
fig. II.92/a
fig. II.92/b

Questo dice testualmente il decreto.
La prima cosa importantissima che si chiarisce è che questi non sono segnali di obbligo per il ciclista, ma segnali di CIRCOLAZIONE RISERVATA A DETERMINATE CATEGORIE DI UTENTI e di divieto alle altre. Il segnale non obbliga il pedone od il ciclista a transitare sulla ciclabile o ciclopedonale, ma obbliga gli altri utenti della strada a non transitarci.
Questo parlando solo dei segnali, vedremo poi che ci sono norme che in alcuni casi obbligano il ciclista a percorrere la ciclabile.

Memorizziamo e fra una settimana facciamo un altro piccolo passo.

L'articolo Parliamo di segnaletica proviene da FIAB Reggio Emilia Tuttinbici.

]]>
https://www.tuttinbici.org/parliamo-di-segnaletica/feed/ 0
Liberiamoci dalle automobili https://www.tuttinbici.org/liberiamoci-dalle-automobili/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=liberiamoci-dalle-automobili https://www.tuttinbici.org/liberiamoci-dalle-automobili/#respond Tue, 07 Jan 2020 11:23:51 +0000 https://www.tuttinbici.org/?p=1973 Immaginate se qualcuno inventasse un nuovo sistema di trasporto e dicesse: “Ho progettato un nuovo modo di spostarsi: è alimentato da combustibili fossili che inquinano la nostra aria. Congestionerà e trasformerà le nostre città al punto da incitare alla rabbia i cittadini. I suoi operatori umani saranno fallibili, uccidendo 1 milione e 350 mila persone […]

L'articolo Liberiamoci dalle automobili proviene da FIAB Reggio Emilia Tuttinbici.

]]>
Immaginate se qualcuno inventasse un nuovo sistema di trasporto e dicesse:
“Ho progettato un nuovo modo di spostarsi: è alimentato da combustibili fossili che inquinano la nostra aria. Congestionerà e trasformerà le nostre città al punto da incitare alla rabbia i cittadini. I suoi operatori umani saranno fallibili, uccidendo 1 milione e 350 mila persone in tutto il mondo, ogni anno. Per la maggior parte del tempo, questo macchinario rimarrà inutilizzato, occupando spazio inutilmente e aumentando i costi delle abitazioni. Se sei giovane, vecchio o con disabilità, non puoi usarlo. E per quelli che possono, il privilegio costerà 5.000 euro all’anno e risucchierà due anni della tua vita. “

Direste: “Sei pazzo”.
Eppure, eccoci qui, viviamo in uno stato di dissonanza cognitiva esattamente con questo macchinario, l’automobile, come il nostro principale mezzo di trasporto.

L'articolo Liberiamoci dalle automobili proviene da FIAB Reggio Emilia Tuttinbici.

]]>
https://www.tuttinbici.org/liberiamoci-dalle-automobili/feed/ 0
Un albero per uno, mille alberi per tutti! https://www.tuttinbici.org/un-albero-per-uno-mille-alberi-per-tutti/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=un-albero-per-uno-mille-alberi-per-tutti https://www.tuttinbici.org/un-albero-per-uno-mille-alberi-per-tutti/#respond Tue, 10 Dec 2019 13:23:13 +0000 https://www.tuttinbici.org/?p=1929 Domenica 1 dicembre Tuttinbici ha partecipato insieme a tante altre associazioni e cittadini alla messa a dimora di 1065 alberi nel Parco delle Acque Chiare. Le condizioni meteo sono state discrete e nonostante le forti piogge delle settimane precedenti il terreno era solo in alcuni punti particolarmente “zuppo”. Mi piace ricordare che in ottica di […]

L'articolo Un albero per uno, mille alberi per tutti! proviene da FIAB Reggio Emilia Tuttinbici.

]]>
Domenica 1 dicembre Tuttinbici ha partecipato insieme a tante altre associazioni e cittadini alla messa a dimora di 1065 alberi nel Parco delle Acque Chiare. Le condizioni meteo sono state discrete e nonostante le forti piogge delle settimane precedenti il terreno era solo in alcuni punti particolarmente “zuppo”.

Mi piace ricordare che in ottica di lotta al cambiamento climatico un albero assorbe, molto ottimisticamente, circa 20 kg di CO₂ in un anno. Un automobile emette sicuramente circa 20 kg di CO₂ ogni 200 km.
Per questo siamo andati ovviamente al Parco delle Acque Chiare in bicicletta e per questo tanti soci FIAB utilizzano tutti i giorni la bicicletta per i propri spostamenti.

Gli alberi sono fondamentali per la nostra biosfera e non solo per l’assorbimento della CO₂ . In città contribuiscono a combattere le isole di calore, insonorizzano, danno ospitalità alla fauna e sono un baluardo della biodiversità. Per tutti questi motivi ci stiamo interessando ad una ipotesi di costituzione anche a Reggio di una food forest.

E’ stata una bella giornata, tutti impegnati con la terra senza divisioni di opinioni. La speranza è che questa attenzione per l’ambiente sia solo agli inizi e che si faccia al più presto molto di più, anche insieme.

L'articolo Un albero per uno, mille alberi per tutti! proviene da FIAB Reggio Emilia Tuttinbici.

]]>
https://www.tuttinbici.org/un-albero-per-uno-mille-alberi-per-tutti/feed/ 0
Domeniche ecologiche https://www.tuttinbici.org/domeniche-ecologiche/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=domeniche-ecologiche https://www.tuttinbici.org/domeniche-ecologiche/#comments Mon, 11 Nov 2019 11:20:19 +0000 https://www.tuttinbici.org/?p=1821 La settimana scorsa abbiamo avuto un altro incontro con Carlotta Bonvicini Assessora all’Ambiente ed alla Mobilità Sostenibile.L’argomento principale su cui ci siamo confrontati sono state le “domeniche ecologiche” che a nostro parere dovrebbero essere più incisive per orientare i comportamenti dei cittadini. Le limitazioni alla circolazione dei veicoli “euro qualcosa” non sono sufficienti, non vengono […]

L'articolo Domeniche ecologiche proviene da FIAB Reggio Emilia Tuttinbici.

]]>
La settimana scorsa abbiamo avuto un altro incontro con Carlotta Bonvicini Assessora all’Ambiente ed alla Mobilità Sostenibile.
L’argomento principale su cui ci siamo confrontati sono state le “domeniche ecologiche” che a nostro parere dovrebbero essere più incisive per orientare i comportamenti dei cittadini. Le limitazioni alla circolazione dei veicoli “euro qualcosa” non sono sufficienti, non vengono rispettate e anche lo fossero sono assolutamente inefficaci a migliorare la qualità dell’aria.
Se siamo d’accordo tutti che occorre limitare drasticamente il numero dei veicoli che occupano le strade cittadine è ora di intraprendere azioni che anche in via dimostrativa limitino fortemente la circolazione delle auto.
Tanti di noi ricordano le domeniche senza auto a causa dell’austerity nel 1973. La città si riempiva di biciclette, calessi ed ogni mezzo alternativo a quelli con motori a scoppio. Era una festa più che una limitazione.

Per ora abbiamo concordato la nostra partecipazione alla piantumazione collettiva del 17 novembre e speriamo di vedere presto a Reggio Emilia delle vere domeniche ecologiche, ne abbiamo tutti bisogno.

Abbiamo poi avuto rassicurazioni su viale Umberto primo, sul reintegro degli alberi e sopratutto sui criteri con cui ne sarà organizzata la ciclabilità.
Speriamo di vedere presto un progetto chiaro.

Il Comune patrocinerà inoltre una delle novità del calendario 2020 che intende portare in bici sul territorio quanti più reggiani possibili, ma questo lo spiegheremo meglio mercoledì 13 novembre all’Orologio, nella riunione del calendario.

L'articolo Domeniche ecologiche proviene da FIAB Reggio Emilia Tuttinbici.

]]>
https://www.tuttinbici.org/domeniche-ecologiche/feed/ 3
Misuriamo in tempo reale le PM10 https://www.tuttinbici.org/misuriamo-pm10/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=misuriamo-pm10 https://www.tuttinbici.org/misuriamo-pm10/#respond Mon, 14 Oct 2019 17:35:28 +0000 https://www.tuttinbici.org/?p=1637 Grazie a Casa Bettola Casa Cantoniera Autogestita e centralinedalbasso siamo finalmente riusciti ad attivare una centralina per la misura delle PM10 e PM2.5 L’abbiamo posizionata in via Turri, vicino alla stazione. Lo scopo non è di sostituire il monitoraggio di arpae, ma dare coscienza a noi ed ai nostri concittadini di quanto le nostre azioni possono incidere sull’inquinamento e […]

L'articolo Misuriamo in tempo reale le PM10 proviene da FIAB Reggio Emilia Tuttinbici.

]]>
Grazie a Casa Bettola Casa Cantoniera Autogestita e centralinedalbasso siamo finalmente riusciti ad attivare una centralina per la misura delle PM10 e PM2.5

L’abbiamo posizionata in via Turri, vicino alla stazione.

Lo scopo non è di sostituire il monitoraggio di arpae, ma dare coscienza a noi ed ai nostri concittadini di quanto le nostre azioni possono incidere sull’inquinamento e sull’ambiente.

Infatti queste centraline open source, pur essendo economiche e con un discreto margine di errore, consentono di visualizzare i dati in tempo reale e quindi di associare i valori ad eventi che si sono realizzati in quel momento
E’ un primo passo, vedremo come fare i prossimi 🙂

A questo link potete visualizzare i dati registrati dalla centralina Tuttinbici1

Per vedere tutte le centraline dal basso di Reggio, che sono al momento 5, potete collegarvi a questo link

L'articolo Misuriamo in tempo reale le PM10 proviene da FIAB Reggio Emilia Tuttinbici.

]]>
https://www.tuttinbici.org/misuriamo-pm10/feed/ 0
Monitoraggio biciclette 2019 https://www.tuttinbici.org/monitoraggio-biciclette-2019/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=monitoraggio-biciclette-2019 https://www.tuttinbici.org/monitoraggio-biciclette-2019/#respond Tue, 01 Oct 2019 13:43:28 +0000 https://www.tuttinbici.org/?p=1622 Come ogni anno all’interno della settimana europea della mobilità sostenibile #SEM2019, abbiamo effettuato il monitoraggio dei ciclisti in ingresso al centro storico sui soliti 12 varchi. Le modalità sono sempre le stesse dal 2011. Sono dati abbastanza precisi, ma la loro utilità risente soprattutto delle condizioni meteo o di altri fattori contingenti estranei alla rilevazione. […]

L'articolo Monitoraggio biciclette 2019 proviene da FIAB Reggio Emilia Tuttinbici.

]]>
Come ogni anno all’interno della settimana europea della mobilità sostenibile #SEM2019, abbiamo effettuato il monitoraggio dei ciclisti in ingresso al centro storico sui soliti 12 varchi. Le modalità sono sempre le stesse dal 2011.

Sono dati abbastanza precisi, ma la loro utilità risente soprattutto delle condizioni meteo o di altri fattori contingenti estranei alla rilevazione.

Quest’anno era una mattina piuttosto fresca e nonostante non minacciasse pioggia era piovuto nei giorni precedenti.
Di fatto il numero di ciclisti rilevati è in calo rispetto al 2018 e si conferma la tendenza già registrata negli anni passati.

Come interpretiamo questo dato?
La causa principale riteniamo sia la scarsa manutenzione ed attrattività delle “ciclabili” di Reggio Emilia.
La seconda causa è il sempre grave problema del furto delle biciclette.
Ci auguriamo quindi che i promessi interventi sulle ciclabili e la costruzione di superciclabili rientrino fra le priorità urgenti del Comune e che le altrettanto promesse rastrelliere sicure sostituiscano le brutte, insicure e malridotte rastrelliere in ghisa inbullonata.

L'articolo Monitoraggio biciclette 2019 proviene da FIAB Reggio Emilia Tuttinbici.

]]>
https://www.tuttinbici.org/monitoraggio-biciclette-2019/feed/ 0
Re-bike Fest, com’è andata? https://www.tuttinbici.org/re-bike-fest-come-andata/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=re-bike-fest-come-andata https://www.tuttinbici.org/re-bike-fest-come-andata/#respond Mon, 30 Sep 2019 13:16:26 +0000 https://www.tuttinbici.org/?p=1611 Premesso che era l’edizione zero di un’evento che vorremmo fosse un appuntamento tradizionale della bicicletta reggiana, possiamo dichiararci soddisfatti di quello che è andato bene e di quello che abbiamo imparato dagli errori commessi. L’aspetto più positivo è stato il clima d’amicizia e condivisione degli obiettivi fra negozianti, produttori ed appassionati. Tutti remiamo insieme per […]

L'articolo Re-bike Fest, com’è andata? proviene da FIAB Reggio Emilia Tuttinbici.

]]>
Premesso che era l’edizione zero di un’evento che vorremmo fosse un appuntamento tradizionale della bicicletta reggiana, possiamo dichiararci soddisfatti di quello che è andato bene e di quello che abbiamo imparato dagli errori commessi.

L’aspetto più positivo è stato il clima d’amicizia e condivisione degli obiettivi fra negozianti, produttori ed appassionati. Tutti remiamo insieme per una maggior diffusione della bicicletta, l’unico veicolo che oggi risponde appieno alla domanda di mobilità in città.

L’errore principale, dovuto anche al budget zero per l’organizzazione 😏, è stata la carenza di pubblicità e lo scarso anticipo con cui abbiamo operativamente organizzato l’evento.

Tanti bambini hanno provato la gimkana, gli adulti ed i ragazzi si sono scatenati nella prova delle biciclette sul percorso mtb di 1200 m, l’escursione a Ca’ del Vento con le ebike Rossignol era al completo e nonostante qualche ciclista disperso si è conclusa felicemente in una bella giornata di sole. Poi la domenica la pioggia ha guastato la festa, ma non ha interrotto la presentazione dell’Almanacco dei Ciclisti Illuminati nella sala convegni dell’agriturismo La Razza.

Il sabato pomeriggio la tavola rotonda sul cicloturismo ci ha lasciato parecchi spunti di riflessione ed ora procediamo con il nostro progetto di rete cicloturistica della Provincia di Reggio Emilia con maggiori certezze. A primavera ci sarà un altro incontro pubblico dove speriamo di poter annunciare maggiori fatti concreti.

E la Re-bike Fest si farà ancora? Ancora non lo sappiamo, ma aspettiamo il calendario 2020 per svelare il mistero.

E’ una gioia ringraziare chi ha reso possibile la realizzazione dell’evento soprattutto con la loro partecipazione:

  • Agriturismo La Razza che ci ha ospitato e rifocillato
  • Ciclery e le biciclette Merida
  • Kicking Donkey Bags e le sue stupende borse da viaggio
  • Rossignol bikes e le ebikes che ci hanno portato a Ca’ del Vento
  • ReCycle e le loro stupende cargo bikes
  • Bicibox un negozio per il ciclismo urbano intelligente
  • Mobile Green Power la sua energia a pedali ed i frullati
  • Corradini biciclette tradito dalla pioggia che ci ha fatto chiudere la domenica 🌧
  • Reggio in transizione e le risposte al cambiamento climatico
  • Raggi Resistenti e la cultura della bicicletta vintage e no
  • Re-bike il turismo in bicicletta a Reggio Emilia
  • Paolo Gandolfi, Alessandro Meggiato e Mauro Nasi per la tavola rotonda sul cicloturismo
  • Ivanna Rossi, Gianfranco Fantini ed il gruppo FERRSTRAZZ

L'articolo Re-bike Fest, com’è andata? proviene da FIAB Reggio Emilia Tuttinbici.

]]>
https://www.tuttinbici.org/re-bike-fest-come-andata/feed/ 0
Monitoraggio ciclisti #SEM2018 https://www.tuttinbici.org/monitoraggio-ciclisti-sem2018/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=monitoraggio-ciclisti-sem2018 https://www.tuttinbici.org/monitoraggio-ciclisti-sem2018/#comments Mon, 08 Oct 2018 10:19:42 +0000 https://www.tuttinbici.org/?p=763 Qui trovate i dati del monitoraggio dei ciclisti in transito su 12 punti di accesso al centro storico di Reggio Emilia, effettuati venerdì 21 settembre dalle 7.30 alle 11.30 ed il confronto con i dati degli anni precedenti. Diciamo che i numeri risentono molto delle condizioni climatiche, quindi è difficile pensare ad un confronto omogeneo. […]

L'articolo Monitoraggio ciclisti #SEM2018 proviene da FIAB Reggio Emilia Tuttinbici.

]]>
Qui trovate i dati del monitoraggio dei ciclisti in transito su 12 punti di accesso al centro storico di Reggio Emilia, effettuati venerdì 21 settembre dalle 7.30 alle 11.30 ed il confronto con i dati degli anni precedenti.

Diciamo che i numeri risentono molto delle condizioni climatiche, quindi è difficile pensare ad un confronto omogeneo. Fondamentalmente si può parlare di stabilità del traffico ciclistico. 
Sicuramente questi 7000 cittadini sarebbero da premiare soprattutto se confrontati con quelli che continuano ad inquinare l’aria della nostra città. Utilizzare l’auto per spostamenti fino a 5 km è veramente assurdo e dovrebbe essere consentito solo a chi non può fare diversamente!

L'articolo Monitoraggio ciclisti #SEM2018 proviene da FIAB Reggio Emilia Tuttinbici.

]]>
https://www.tuttinbici.org/monitoraggio-ciclisti-sem2018/feed/ 1